ULTIME DALLA FLC NAZIONALE



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

POLITECNICO di TORINO RSU FLC CGIL.Il nostro programma. PDF Stampa E-mail
Scritto da Flc Cgil Torino   
Venerdì 06 Aprile 2018 07:51
POLITECNICO di Torino RSU Flc Cgil

 

Il nostro programma

 


ELEZIONI RSU 17-19 aprile 2018

LA RSU RAPPRESENTA I LAVORATORI NEI LUOGHI DI LAVORO E LI RAPPRESENTA TUTTI


 

Il prossimo 17, 18 e 19 aprile 2018 nei luoghi di lavoro di tutta la Pubblica Amministrazione si vota per il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie (RSU). Si vota per rinnovare le RSU anche qui, nel Politecnico di Torino e anche qui si tratta di una occasione da non perdere per far sentire la nostra voce, per contare di piĂą, per difendere i nostri interessi, per occuparci di noi, delle nostre condizioni di lavoro, delle nostre retribuzioni, delle nostre opportunitĂ  di carriera, delle nostre stabilizzazioni, ma anche del welfare, della nostra salute e delle nostre famiglie, del nostro tempo libero: in una parola della nostra vita.

Una prova di democrazia

Queste elezioni saranno in tutte le sedi della Pubblica Amministrazione una prova di grande democrazia ed è importante che tutte e tutti vadano a votare: per i compiti che le future RSU avranno e per la forza che ne potranno ricevere.

La FLC CGIL è il sindacato più rappresentativo nelle Università con il 32,72% di consensi complessivo ed è il maggiormente rappresentativo anche in tutti gli altri comparti della conoscenza: Scuola, Ricerca e Afam. Ricordiamo che grazie alla nostra tenacia e determinazione nel dare piena rappresentanza al personale precario anche i lavoratori a tempo determinato hanno potuto e potranno votare e sono stati e potranno essere eletti com’è avvenuto nelle passate elezioni del 2015.

Al Politecnico di Torino la lista FLC CGIL è l’unica ad avere raccolto disponibilità e sostegno del massimo numero di colleghe e colleghi candidabili: 16 di cui 2 precari. La FLC CGIL è l’unica lista presente nei 3 atenei piemontesi con complessivamente ben 44 candidat@.

Un primo segnale positivo che intendiamo sostenere con impegno e passione per consolidare e allargare il nostro consenso.


 

FLC CGIL in contrattazione di Ateneo si impegnerĂ  in modo particolare su:

Trattamento accessorio (maggiore equitĂ  e aumento fondi pta)

MAGGIORE EQUITÀ E TRASPARENZA: attraverso una profonda revisione dell’“Accordo integrativo sul salario accessorio” bocciato dal 95,3% dei lavoratori nel referendum dello scorso giugno 2017 al fine di: distribuire in maniera maggiormente equilibrata gli importi tra le strutture (amministrazione, servizi o dipartimenti) e tra i singoli lavoratori, aumentare e consolidare strutturalmente maggiori risorse disponibili per il PTA, dare maggiore trasparenza, semplificare e rendere maggiormente oggettivi i meccanismi di distribuzione, ridurre le “distorsioni”.

AUMENTO DEI FONDI PER IL PTA:

  • Incrementare le risorse variabili disponibili per il PTA da disponibilitĂ  di bilancio attraverso un progetto di Ateneo (art. 23 DL 75/2017);

  • regolamentando e rendendo esigibili i pagamenti degli incentivi per funzioni tecniche previsti dall’art. 113 DL 50/2016 per lavori, servizi e forniture (di cui una parte ~ 68% è distribuita ai dipendenti direttamente coinvolti e una parte ~ 32% al restante personale);

  • rendendo strutturale l’aumento di 1.620.000 di risorse aggiuntive (valido fino al 2019) e le modalitĂ  di distribuzione (valide solo per il 2017) che non prevedono criteri discrezionali/“contorti” del modello bocciato dal 95,3% del PTA ma una distribuzione di ~ 75% per tutto il PTA e di ~ 25% per aumentare le indennitĂ  di posizione (EP) e di responsabilitĂ /funzione specialistica (B, C e D);

  • aumentando le risorse stabili per compensare incremento della dotazione organica di Ateneo (artt. 63, 64 bis CCNL);

  • aumentando le risorse variabili per compensare ampliamento servizi esistenti e attivazione nuovi servizi (artt. 63, 64 bis CCNL).

OPPORTUNITĂ€ DI CARRIERA (Progressioni economiche orizzontali e verticali - PEO e PEV)

  • Piano pluriennale 2018/2020 con almeno 35/40 posizioni per ciascun anno di Progressioni Economiche Verticali (PEV);

  • Piano di procedure selettive riservate per valorizzare le professionalitĂ  interne (art. 22 c. 15 DL 75/2017);

  • Programmare le risorse e un piano per un nuovo programma di Progressioni Economiche Orizzontali (PEO).

superamento del precariato (stabilizzazioni, concorsi, proroghe)

Dopo le 85 stabilizzazioni giĂ  deliberate (di cui 57 giĂ  attuate) un piano pluriennale 2018/2020 con adeguata programmazione finalizzata alla stabilizzazione di tutti i tempi determinati in servizio attraverso:

  • Stabilizzazione di tutti i tempi determinati in servizio in possesso dei requisiti previsti dall’art. 20 c. 1 DL 75/2017;

  • Proroghe per tutti i tempi determinati in servizio non destinatario dell’art. 20 c. 1 c. 2 DL 75/2017;

  • Piano pluriennale di concorsi a tempo indeterminato 2018 – 2020;

  • Adeguata destinazione di Punti Organico Ministeriali dell’Ateneo al PTA.

IndennitĂ  piĂą trasparenti e piĂą giuste (Posizione, responsabilitĂ /funzione specialistica. disagio, reperibilitĂ )

Revisione e trasparenza dei criteri generali di attribuzione, valutazione e aumento delle indennità di posizione (EP) e di responsabilità e funzione specialistica (B, C e D), “organigramma” delle posizioni maggiormente equilibrato e indipendente dalle persone che le andranno a rivestire.

Revisione e trasparenza dei criteri generali di attribuzione e aumento delle indennità di disagio valutando eventuali compiti e mansioni del PTA che comportano oneri, rischi o disagi particolarmente rilevanti, anche introducendo l’indennità per attività “front office” al servizio degli studenti (come avviene ad UNITO e UPO), l’indennità per attività legate alle “squadre di emergenza”, rivedendo importi e caratteristiche dell’indennità per “missioni” (“simildiaria”).

Trasparenza criteri generali di attribuzione dell’indennità di reperibilità, valorizzazione delle professionalità e delle conoscenze della struttura, della logistica, dell’impiantistica e dei sistemi tecnologici, informatici e di comunicazione patrimonio del personale interno.

Organizzazione del lavoro, valorizzazione del PTA, formazione

Corsi di aggiornamento e formazione professionale (art. 54 CCNL) con accesso trasparente e aperto a tutto il PTA al fine di offrire opportunità di sviluppo professionale e retributivo e di adeguare le competenze alle esigenze di sviluppo qualitativo dei servizi dell’Ateneo.

Politiche di valorizzazione e attenzione per il PTA, anche per superare azioni che sembrano avere aspetti clientelari a discapito delle professionalità e competenze presenti in Ateneo, attraverso: - razionalizzazione e semplificazione di processi e procedure amministrative e gestionali; - mappatura professionalità e competenze presenti; - regole chiare per dare pari opportunità e trasparenza alla mobilità interna; - definizione pianta organica equilibrata tra amministrazione e dipartimenti; - monitoraggio pensionamenti e monitoraggio professionalità, anche innovative, necessarie al buon funzionamento dell’Ateneo.

Lettori/Cel (paritĂ  di trattamento lettori, ex lettori e cel)

Definire un Accordo integrativo per lettori, ex lettori e cel anche tenendo conto delle disposizioni previste ai sensi dell’art. 11 L. 167/2017.

Diritti, tutele E benessere lavorativo (Buono pasto, banca delle ore, telelavoro, smart working, disabilitĂ )

Aggiornamento del vademecum di diritti e tutele a cui il PTA ha diritto di accedere, interpretando e chiarendo in forma aperta e non restrittiva come utilizzarne tutte le tipologie e indicando motivazioni, modalitĂ  di fruizione, trattamento economico e norme di riferimento.

Ridefinizione della “banca delle ore” (art. 31 CCNL), definizione di un regolamento per il telelavoro e per lo smart working aperto, moderno e non restrittivo al fine di conciliare i tempi di vita e lavoro.

Programma per migliorare condizioni di lavoro e integrazione lavorativa di colleghi/e con disabilitĂ /handicap (L. 68/1999) con attuabilitĂ  e disponibilitĂ , anche tecnologiche, che permettano la piena espressione personale e professionale della persona con disabilitĂ  (attualmente circa 41 e presto circa 46 colleghi/e disabili sono in servizio al PoliTO). Programma per sostenere e agevolare colleghe/i destinatari o che devono assistere familiari con disabilitĂ /handicap (L. 104/1992).

Gestione nuove card mensa e applicazione norme per l’attribuzione del buono pasto al PTA non restrittiva e favorevole per il PTA.

Pagamento TFS/TFR (in 15 mesi invece che 27)

Progetto per definire la possibilitĂ  di ottenere il pagamento del TFS/TFR anticipato a 15 mesi invece che 27 mesi (art. 1 comma 484/485 L. 147/2013 e art. 1 c. 5 DL 90/2014).

Welfare di Ateneo (~ 3.600.000 per il personale)

Rafforzare e rendere pienamente esigibile il welfare di Ateneo (~ 3.600.000 per il personale) monitorando l’effettivo miglioramento di servizi/iniziative già attive:  Micronido/Babyparking, - assistenza anziani/disabili,  polizza sanitaria (con spese dentistiche),  contributi mobilità; e l’avvio di nuovi servizi/iniziative: - conto welfare (borsellino da 2.000€/dip.) che prevede il rimborso spese per educazione/istruzione dei familiari e assistenza anziani;  - l’acquisto di beni e servizi per la cultura, tempo libero, sport e assistenza sociale. Inoltre sarà verificata l’implementazione dell’erogazione dei sussidi per gravi necessità personali o familiari.


 

Vi invitiamo a votare e sostenere i candidati e le candidate FLC CGIL per dare valore alla rappresentanza e per dare forza al sindacato della contrattazione e dei diritti.


 

 
SEO by Artio
Banner
Banner

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login