ULTIME DALLA FLC NAZIONALE



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Notizie
Seminario FLC CGIL Piemonte – 13 luglio 2017 - Testo unico sulla Pubblica Amministrazione e L.107/15 a due anni dalla sua approvazione. PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
Lunedì 10 Luglio 2017 10:06
 

La FLC CGIL Piemonte, insieme alle strutture territoriali della FLC e in collaborazione con Proteo Fare Sapere, organizza un seminario tematico focalizzato su due temi:

i. Testo unico Pubblica Amministrazione. Si tratta di una analisi degli interventi legislativi che hanno modificato il Dlgs 165 ed il Dlgs 150, a partire dalle ricadute sul versante della contrattazione e della stabilizzazione del lavoro precario.

ii. L.107/15 a due anni dall'approvazione. É emersa la necessitĂ  di monitorare le criticitĂ  piĂą rilevanti prodotte dopo un biennio di sperimentazione della legge al fine di individuare le coordinate per una iniziativa sindacale che ci consenta di assumere nuovamente un ruolo di contrasto nei luoghi di lavoro, anche nella prospettiva del rinnovo delle RSU previsto nel 2018. 

Il seminario si svolgerĂ  con la partecipazione di due compagni della segreteria nazionale FLC CGIL, Pino di Lullo e Gigi Caramia.

Il seminario sarà così articolato:

ore 10 - Intervento introduttivo – Igor Piotto, segretario Generale FLC CGIL Piemonte

ore 10,30 – I cambiamenti legislativi introdotti dal Decreto Madia - Pino di Lullo, segreteria nazionale FLC CGIL

ore 11,45 – Bilancio della legge 107 e prospettive sindacali di contrasto e superamento – Gigi Caramia, segreteria nazionale FLC CGIL

ore 13 - Pausa pranzo con buffet

ore 14 - Ripresa dei lavori – Domande e approfondimenti

ore 17 – Chiusura dei lavori        

La prima relazione abbraccia ed investe tutti i comparti della conoscenza, specie in materia di contrattazione; pertanto costituisce un passaggio unificante, anche in previsione della discussione sul Contratto unico di Istruzione e Ricerca. La seconda relazione concerne piĂą direttamente le ricadute della legge 107/15 sulla condizione di lavoro e sull'attivitĂ  sindacale nel comparto scuola.

Abbiamo suddiviso questi due interventi con ambiti di approfondimento diversi per consentire una partecipazione articolata di iscritti e RSU provenienti dai diversi comparti della conoscenza.

Per favorire la partecipazione nel giorno del seminario saranno convocati in contemporanea il Comitato direttivo FLC CGIL Piemonte e i Comitati Direttivi provinciali.

Si tratta di un evento formativo che apre una stagione di occasioni di studio e approfondimento necessari a favorire il lavoro delle RSU e delle strutture, in presa diretta con i bisogni e gli interrogativi provenienti dai luoghi di lavoro.

Il seminario si svolgerà giovedì 13 luglio 2017 nell'Aula Disegno dell'Istituto Avogadro, in C.so San Maurizio 8 a Torino.

Un caro saluto e buon lavoro. 

                                                                  Igor Piotto

                                                     Segr. Gen. FLC CGIL Piemonte

L’Associazione Proteo Fare Sapere è soggetto qualificato per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola ed è inserito nell’elenco definitivo del MIUR ai sensi del D.M. 177/200 e D.M. dell’8/6/05. La partecipazione all’iniziativa rientra tra le assenze retribuite (art. 22 CCNL area V dell’11/04/06). Ai partecipanti sarà rilasciato attestato di frequenza.

Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Luglio 2017 10:25
 
PRECARI UniTo. Sportello 14 luglio-Conferenza stampa PDF Stampa E-mail
Scritto da Flc Cgil Torino   
Lunedì 10 Luglio 2017 08:02

SPORTELLO PRECARIE E PRECARI UniTO   VENERDI' 14 LUGLIO, dalle 12 alle 14
Sala Barbara Villa Flc Cgil UniTo,Cortile Rettorato, via Verdi 8
a cura del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati Unito e Flc Cgil
 
A un mese dal primo appuntamento, torna lo sportello rivolto alle precarie e ai precari dell’UniversitĂ . 
Tornano le stesse domande, a cui cercheremo nuovamente di rispondere: quali tutele e quali diritti hanno le tantissime e i tantissimi precari dell’UniversitĂ ? 
 
SarĂ  anche occasione per fare il punto sul caso di Barbara Dal Bello, ricercatrice precaria dell’UniversitĂ  di Torino, lasciata a casa dal lavoro perchĂ© incinta. 
Fissata per le ore 13 una conferenza stampa.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Sportello Precari e Precarie dell’Università
Comunicato Stampa
Ad un mese dal primo appuntamento, torna lo sportello rivolto alle precarie e ai precari dell’Università. Venerdì 14 luglio, dalle 12 alle 14 nel cortile del Rettorato dell’Università di Torino. Tornano le stesse domande, a cui cercheremo nuovamente di rispondere: quali tutele e quali diritti hanno le tantissime e i tantissimi precari dell’Università?
Sarà anche occasione per fare il punto sul caso di Barbara Dal Bello, ricercatrice precaria dell’Università di Torino, lasciata a casa dal lavoro perché incinta. Fissata per le ore 13, infatti, una conferenza stampa in cui interverranno due rappresentanti del Coordinamento Ricercatori e Ricercatrici Non Strutturati dell’Università di Torino (Silvia De Francia e Gianluigi Mangiapane) e i rappresentanti della FLC CGIL, Igor Piotto, segretario gen. FLC-Cgil Piemonte e Luisa Limone, segretaria gen. Flc Cgil Torino.
Fra le/gli invitati, la prorettrice Elisabetta Barberis, Silvia Giorcelli, presidentessa del CUG (Comitato Unico di Garanzia) di UniTo, Marco Grimaldi, consigliere regionale di Sel portavoce di un’interrogazione in consiglio regionale sul caso, Giorgio Airaudo, deputato di Sinistra Italiana che ha portato a Montecitorio il Question time alla ministra Fedeli sul caso di Barbara, l’assessore regionale al lavoro Gianna Pentenero.
L’appuntamento per lo sportello è venerdì 14 luglio dalle 12,00 alle 14,00 presso l’Aula “Barbara Villa” nel cortile del Rettorato dell’Università di Torino in via Verdi 8.
La conferenza stampa è prevista per le ore 13. 
L’iniziativa è a cura di FLC CGIL Torino, FLC CGIL Piemonte e del Coordinamento Ricercatori Non Strutturati dell’Università di Torino (CRNSU-TO).
Per ulteriori informazioni
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Facebook: https://www.facebook.com/PrecariUnito/ - https://www.facebook.com/flcgil.torino/
 
 
Ultimo aggiornamento Lunedì 10 Luglio 2017 10:32
 
COMUNICATO Rinvio elezioni Consiglio diAmministrazione Ateneo PDF Stampa E-mail
Scritto da Flc Cgil Torino   
Giovedì 06 Luglio 2017 07:12
 

 

RINVIATA LA CONSULTAZIONE SULLE CANDIDATURE PER IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

UNA PRIMA VITTORIA IN ATENEO DOPO IL PRESIDIO FLC CGIL

CON I RICERCATORI E GLI STUDENTI PER LA DEMOCRAZIA E LA PIENA RAPPRESENTANZA


 

I verbali confermano che la componente docente ha imposto metodo e candidate/i


 

Tre lettere di richiesta di rinvio della consultazione (studenti, ricercatori, FLC CGIL) e il nostro presidio di ieri, 4

luglio, hanno convinto il Rettore a sospendere la consultazione per il CdA
, a scanso di ricorsi per la mancata pubblicazione delle

rose e dei verbali nei termini e per la denunciata assenza di qualsiasi comunicazione alla componente studentesca, anch'essa chiamata al voto.


 

Nel frattempo, sono stati finalmente pubblicati i verbali del Comitato di Selezione.


Vengono confermate le supposizioni: in Comitato è avvenuto uno scontro durissimo, che ha visto le componenti dei docenti (ordinari e associati) imporre

compattamente il metodo di valutazione e i nominativi dei candidati da selezionare alle restanti componenti, come secondo un piano studiato a tavolino, in sintonia

con i vertici dell’Ateneo.

Un esempio per tutti: il ballottaggio finale tra il candidato dei ricercatori e il quarto profilo amministrativo: 6 a 6 per quest’ultimo, con prevalenza del voto della

Presidente. Così i ricercatori sono rimasti privi di rappresentanza. Molte sono le omissioni e i salti logici: le motivazioni sono affogate in formule evasive (“dopo

ampia discussione…”) e si riducono a scarni giudizi sulle competenze di ognuno.
Il verbale non è stato firmato da tutti i componenti del Comitato, come sarebbe

preferibile in questi casi; è probabile che non tutti approvino un tale resoconto dei lavori.


 

Il rinvio della consultazione non basta a sanare la ferita inferta alla democrazia interna all’Ateneo. Sarebbe stato

preferibile un rinvio al mese di settembre, il Rettore ha invece optato per una consultazione “balneare” il 20 e il 21 luglio prossimi, associando l’incolpevole CUG.


L' azione della Flc Cgil e del Comitato iscritti e Rsu Flc Cgil UniTo, l'intervento congiunto con i ricercatori e

gli studenti proseguono, non escludendo il percorso legale.


Torino, 5 luglio 2017


FLC CGIL TORINO

 
COMUNICATO STAMPA - Scelta delle candidature per il Consiglio di Amministrazione - TRADITO LO SPIRITO DELLO STATUTO PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
Lunedì 03 Luglio 2017 13:18
 

------------------------------------------------------------------------

COMUNICATO STAMPA

Scelta delle candidature per il Consiglio di Amministrazione

TRADITO LO SPIRITO DELLO STATUTO

 

Presidio al Rettorato dell’Università degli Studi di Torino

Martedì 4 luglio 2017 dalle ore 13 alle ore 14

Via Verdi 8 Torino

 

Precluso l'accesso alle candidature al Consiglio di Amministrazione ai ricercatori, preclusa, fin dall'accesso alla candidatura, la piena rappresentanza del personale amministrativo e tecnico.

Nessun rispetto del termine di preavviso di 15 giorni previsto dal Regolamento e nessun rispetto per gli elettori, con tre soli giorni lavorativi concessi ai candidati per presentarsi agli elettori e per gli elettori di scegliere.

 

La Flc Cgil con il Comitato degli iscritti Flc Cgil Unito organizza un presidio di denuncia e di protesta contro il modo con cui è stata selezionata la rosa dei Candidati interni per il Consiglio di Amministrazione dell'Università degli studi di Torino.

Una scelta che tradisce lo spirito dello statuto, garante del rispetto della rappresentanza delle diverse anime dell’Ateneo. Una scelta degli “omissis” e della scarsa trasparenza riguardo al resoconto del lavoro del Comitato di selezione.

 

Con un gesto che nega la democrazia nei luoghi di lavoro, l’apposito Comitato di Selezione elettivo, senza rendere pubbliche le ragioni e (presumibilmente) a colpi di maggioranza, ha imposto una selezione di candidati che non include alcun ricercatore e include invece numerose candidature di personale amministrativo ma nessun livello inferiore all'E.P (Elevate professionalità), nessun profilo tecnico, nessun tecnico della ricerca, nessun bibliotecario.

 

Una manovra che pone interrogativi sugli orientamenti e sull'operare del futuro Consiglio di Amministrazione e che non avrebbe potuto essere portata a termine senza l’assenso dei vertici dell’Ateneo.

Le elezioni devono essere rinviate: chiediamo democrazia, trasparenza e la revisione del percorso fino ad oggi attuato.

 

Torino, 3 luglio 2017

 

FLC CGIL TORINO

Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Luglio 2017 13:23
 
ITALIA RIPENSACI - a sostegno dell’Appello perché l’Italia voti il bando ONU alle armi atomiche PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
Giovedì 29 Giugno 2017 09:32
 

Alcune associazioni già impegnate da tempo per la pace la giustizia e la nonviolenza, preoccupate per l’intensificarsi di scontri politico/militari dalle conseguenze imprevedibili ma comunque catastrofiche, hanno visto un segno di speranza nell’avvio dei negoziati all’ONU per la messa al bando delle armi atomiche.

 

Purtroppo l’Italia non ha partecipato alla prima sessione di tali negoziati che si è svolta dal 21 al 31 marzo scorso. Una nuova sessione è in programma in questi giorni (dal 15 giugno al 7 luglio).

 

Ci siamo pertanto costituiti in “Coordinamento cittadini e associazioni contro le armi atomiche, tutte le guerre e i terrorismi” ed abbiamo scritto un Appello alle massime autorità del nostro Paese (Capo dello Stato e del Governo, presidenti dei due rami del Parlamento) chiedendo che l’Italia partecipi attivamente a questi negoziati e sostenga la messa al bando delle armi atomiche, un traguardo storico, auspicato dalle massime autorità morali e religiose del mondo nonché da più di 3000 scienziati, che oggi è a portata di mano, in controtendenza ai venti di guerra che spirano con troppa violenza.

 

L’Appello ha avuto già più di 70 adesioni, il sostegno con apposite delibere del consiglio regionale del Piemonte e di alcuni consigli comunali, tra cui quello di Torino. Esso si unisce ad altri appelli simili provenienti da varie parti d’Italia e si inserisce in una mobilitazione internazionale a sostegno del lavoro dell’ONU.

 

Ora vorremmo coinvolgere l’opinione pubblica con un evento costruito e partecipato dai cittadini, perché siamo coscienti che solo la mobilitazione morale delle donne e degli uomini amanti della pace potrà consentire il raggiungimento dell’obbiettivo di un mondo senza atomiche.

 

Invitiamo pertanto la cittadinanza alla

 

MANIFESTAZIONE

 

che si terrĂ 

 

VENERDĂŚ 30 GIUGNO DALLE 18:30 ALLE 20:30

 

in Piazza Castello a Torino

 

Essa avrà come momento centrale un “flash-mob” per rappresentare il pericolo costituito dalle armi atomiche e la volontà di un mondo libero da esse, quindi verrà data la parola ai rappresentanti delle varie associazioni e istituzioni e ai cittadini che diranno perché aderiscono all’Appello.

 

Il Coordinamento di cittadini e associazioni contro l’atomica, tutte le guerre e i terrorismi

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 7 di 57
SEO by Artio
Banner
Banner

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login