ULTIME DALLA FLC NAZIONALE



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

PERCORSI ABILITANTI SPECIALI (PAS)
PAS - La mobilitazione continua - Blocchiamo le lezioni! PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   


Nonostante le nostre richieste e le nostre mobilitazioni l'università continua a rimanere "indifferente" ai problemi dei precari lavoratori della scuola pubblicando i calendari delle lezioni senza tener conto della compatibilità della frequenza rispetto ad un incarico di supplenza.

Chiedono di iscriversi ad un percorso senza aver definito nemmeno la quota di partecipazione se non nel suo limite massimo di oltre 2600 euro obbligando, vista la frequenza obbligatoria, i precari a scegliere se continuare a lavorare o prendere un'abilitazione che sarà l'unico modo per poterlo ancora fare nel futuro.

In questa situazione l'ufficio scolastico regionale, su cui ricade l'obbligo e l'onere della formazione del personale della scuola, deve definire al piu' presto la contrattazione integrativa per i permessi allo studio degli iscritti ai PAS.

Per tutti questi motivi la FLC CGIL TORINO invita tutti gli iscritti ai PAS a presentarsi a lezione secondo i calendari pubblicati, per evitare di essere considerati assenti, occupando però le aule dove si dovrebbero svolgere i corsi e non dando la possibilità di iniziare alle lezioni.

La protesta continuerà fino a quando l'università non sposterà gli orari dei corsi in fascia pre-serale o nel fine settimana così come già avviene in altre regioni italiane.

Lavorare è un diritto sancito dalla COSTITUZIONE e per questo chiediamo anche a coloro che non avessero problemi di incompatibilità rispetto agli orari proposti di aderire a questa protesta.

FLC CGIL TORINO

 
PRESIDIO 10 GENNAIO 2014 - TORINO - RETTORATO -I PAS devono essere attivati per tutti gli insegnamenti! PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
 
I PAS devono essere attivati per tutti gli insegnamenti!


PRESIDIO -10 gennaio 2014 ore 16 -RETTORATO- VIA PO 17-TORINO

 
QUESTO PRESIDIO PERCHE'
  • PERCHE' l'Università di Torino ha confermato l'indisponibilità per l'attivazione dei percorsi PASper la scuola primaria e dell'infanzia e per tutte le lingue straniere moderne;
  • PERCHE' questa decisione significa calpestare la dignità dei docenti che con l'esperienza maturata hanno acquisito una professionalità e che ora hanno diritto a completare la loro formazione con la teoria, per conseguire il titolo abilitante;
  • PERCHE' viene a crearsi una discriminazione assurda! Perché mai chi ha lavorato sulla primaria in Piemonte non dovrebbe accedere al PAS e chi ha lavorato in altre regioni sì? O perché, all'interno dello stesso Piemonte, dovrebbe accedervi un docente di lettere o di matematica ma non di lingue?
QUINDI CHIEDIAMO
 
  • CHE vengano attivati TUTTI i percorsi PAS riservati al personale con tre anni di servizio, per tutti gli insegnamenti e su tutto il territorio nazionale così come stabilito dalla normativa;
  • CHE gli ORARI dei corsi siano COMPATIBILI con le esigenze del personale in servizio;
  • CHE i COSTI dei percorsi NON siano DISCRIMINATORI rispetto alle possibilità economiche dei lavoratori PRECARI a cui sono rivolti.
     
     
 
I sindacati piemontesi su PAS e corsi di riconversione sul sostegno PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   

Le organizzazioni sindacali del Piemonte protestano contro la mancata disponibilità da parte delle università di attivare i PAS per la scuola dell'infanzia, primaria, per le lingue ed i corsi di riconversione sul sostegno per le classi di concorso in esubero Richiedono un ripensamento alle università ed al Miur di garantire in ogni caso l'applicazione delle norme ed i diritti per i lavoratori  interessati.


 

FLC CGIL - CISL Scuola - UIL Scuola - SNALSSegreterie del Piemonte

Percorsi Abilitanti Speciali e corsi di riconversione
sul sostegno per docenti di classi di concorso in esubero

FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS del Piemonte, informate dell’esito degli incontri per la definizione delle modalità di attivazione dei corsi di cui all’oggetto tra l’USR, le Università, i Conservatori e le Accademie del Piemonte preso atto dell’indisponibilità all’attivazione dei percorsi PAS per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria, per tutte le lingue straniere moderne, nonché dei corsi di riconversione sul sostegno riservati ai docenti di classi di concorso in esubero ritengono questa situazione non accettabile, lesiva dei diritti dei lavoratori interessati (precari e dei docenti delle classi di concorso in esubero) nonché foriera di gravi danni rispetto ai percorsi professionali del medesimo personale.

Le scriventi OO.SS. chiedono alle Università del Piemonte di rivedere questa loro posizione al fine di garantire al personale scolastico interessato il diritto ad avere i citati corsi indispensabili per i loro percorsi professionali, ottemperando per altro alle norme vigenti (DM 81/13 e nota 2352 del 30/10/2013, DD 7/4/2012 e DL104/2013) FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS del Piemonte ritengono che in ogni caso sia compito del MIUR, vigilare per il rispetto delle norme indicate e chiedono l’intervento dello stesso MIUR al fine di garantire la corretta gestione delle procedure assicurando i diritti degli aspiranti in egual modo su tutto il territorio nazionale, Piemonte compreso.

 
Permessi per il diritto allo studio (150 ore),Domanda con riserva di regolarizzazione per chi partecipa ai TFA/PAS. PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
 

La domanda può essere presentata da tutto il personale della scuola sia di ruolo che supplente. I permessi, se accordati, saranno fruibili nell'anno solare 2014 per un massimo di 150 ore (anche frazionabili tra più aspiranti). Per i supplenti i permessi sono proporzionali alla durata dell'incarico.

Il numero di permessi accordabili non può superare il 3% dell’organico (DPR 395/1988).

Le modalità di fruizione [ripartizione delle quote orarie destinate alla frequenza, esami, incontri con i docenti ecc. (con certificazione) ed eventualmente libere (per studio)] e le priorità nell’accoglimento delle domande sono regolate da contratti integrativi regionali che potrebbero anche prevedere una scadenza diversa da quella solita del 15 novembre.

Per coloro che prevedono di iscriversi ai PAS o ai TFA, in attesa di chiarimenti ministeriali, consigliamo di presentare la domanda con riserva di regolarizzazione al momento dell'iscrizione ai corsi.

Una volta definito il quadro dei corsi effettivamente attivati, chiederemo una riapertura dei terminiper garantire a tutti la possibilità di fruire di questo diritto.


 

 
TFA Speciali (PAS): pubblicate le FAQ. Ora è necessario si avviino i corsi PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   


Il Miur con la 
nota 2306 del 23 ottobre 2013, ha fornito indicazioni agli Uffici scolastici regionali per l'accertamento dei requisiti di partecipazione ai Percorsi Abilitanti Speciali (PAS).

Nella nota si sollecitano gli Uffici a concludere rapidamente ilcontrollo dei requisiti di accesso.

Dovrebbe essere pubblicato a breve il decreto che regolamenta l'organizzazione dei corsi e l'eventuale ripartizione degli aspiranti su più anni accademici che dovrebbe avvenire, come da noi richiesto, sulla base dell'anzianità di servizio.

Nella nota sono anche forniti alcuni chiarimenti sulla validità dei servizi dichiarati, in particolare per i servizi giuridici, quelli su sostegno, nei licei musicali, per i progetti regionali, nella scuola paritaria e nella formazione professionale.

Nelle FAQ è ribadita la validità dei servizi prestati nel 2012/2013, anche se non è ancora stato approvato il relativo provvedimento normativo, che abbiamo ancora una volta sollecitato.

Il Miur, malgrado le nostre richieste, ha deciso di non considerare valido il servizio da educatore: abbiamo chiesto che si preveda comunque uno specifico percorso anche per questo profilo che è da sempre equiparato a quello docente.

Viene anche fornita indicazione di consentire la regolarizzazione delle domande che siano prive di alcune informazioni (in particolare sul titolo di studio posseduto e sugli eventuali esami/crediti).

Per quanto riguarda l'organizzazione dei corsi dopo la richiesta unitaria, siamo in attesa della convocazione di un incontro specifico con il Dipartimento dell'Università per costruire una vera e propria cabina di regia.

La FLC CGIL ribadisce il suo impegno nella difesa dei diritti di coloro che accederanno ai percorsi abilitanti, a partire dai contenuti dell’appello lanciato alla vigilia dell’avvio dei TFA ordinari.

ALLEGATO: Nota MIUR 2306 del 23 ottobre 2013

 

 


SEO by Artio
Banner
Banner

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login