VENERDI' 28 GENNAIO SCIOPERO GENERALE METALMECCANICI Stampa

La Fiom nazionale ha indetto lo sciopero generale dei metalmeccanici per venerdì 28 gennaio con manifestazioni regionali.

La CGIL parteciperà con tutte le categorie alla manifestazione per riconfermare il suo NO! a quell’accordo che:

peggiora le condizioni di lavoro;
scardina il CCNL, gli accordi sulla rappresentanza e instaura un modello “autoritario”, fatto di prescrizioni e sanzioni, nei confronti dei lavoratori;
toglie la libertà alle lavoratrici e ai lavoratori di scegliersi i propri rappresentanti, escludendo la FIOM dalla fabbrica.

LA CGIL PARTECIPA ALLO SCIOPERO PER:

  • dire a Confindustria che quell’accordo non deve estendersi e deve essere modificato;
  • affermare che gli investimenti possono essere fatti salvaguardando lavoro e diritti, come hanno detto le lavoratrici e i lavoratori di Mirafiori;
  • affermare che le inefficienze del sistema non possono essere scaricate sulle spalle delle/i lavoratrici/i;
  • chiedere al Governo di non fare l’apripista favorendo le divisioni sindacali e praticando il blocco dei contratti, il taglio degli organici e impedendo il rinnovo delle RSU nel pubblico impiego, ma di occuparsi dei vari problemi dei paese: politica industriale, innovazione, ricerca, istruzione;
  • affermare che più competitività e più produttività si ottengono con prodotti innovativi, di qualità, che per essere fabbricati hanno bisogno del consenso, delle capacità, dell’intelligenza delle lavoratrici e dei lavoratori e di relazioni industriali corrette;
  • dire che servono regole certe sulla rappresentanza e sulla democrazia.

Torino, 24 gennaio 2011        

CGIL TORINO 


Allegato: volantino

 
SEO by Artio