ULTIME DALLA FLC NAZIONALE



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Benvenuto nel sito della FLC CGIL di Torino
Per una scuola di qualità, che dia sicurezza e futuro - Presidio il 17 giugno davanti alla sede dell’Ufficio Scolastico Regionale Via Pietro Micca 20 alle ore 15 PDF Stampa E-mail


Per una scuola di qualitĂ , che dia sicurezza e futuro

Il terzo anno di tagli alla scuola pubblica sta determinando il progressivo smantellamento di uno dei più importanti diritti di cittadinanza. Nella provincia di Torino sono state tagliate 52 classi nelle elementari di cui 24 a tempo pieno. Nella scuola secondaria di I grado il taglio riguarda 62 classi a fronte di un aumento di oltre 960 alunni; nella scuola secondaria di II grado la riduzione di organico di diritto riguarda oltre 260 lavoratori con una media di alunni per classe (22.6). A questo si aggiunge l’aumento del lavoro precario e dell’incertezza professionale e occupazione di migliaia di persone. La riduzione del personale ATA sfiora le
Leggi tutto...
 
Il 12 e 13 giugno andiamo in massa a votare ai referendum. PDF Stampa E-mail




Il 12 e 13 giugno andiamo in massa a votare ai referendum.

Nel silenzio della stampa, anche del servizio pubblico, e della politica il Giornale della effelleci, inviato alle scuole, alle università e agli enti di ricerca e scaricabile dal nostro sito nazionale è uno strumento di informazione da usare e far circolare.

Il giornale può essere sfogliato on-line a questo indirizzo o scaricato in formato .pdf a questo indirizzo.

 

I quattro referendum: ecco di cosa si occupano

Il 12 e 13 giugno 2011 italiani alle urne. Quattro SI per fermare la privatizzazione dell'acqua, per impedire a chi ci governa di essere al di sopra la legge, per ricacciare indietro il nucleare nel nostro Paese.


I due referendum sull'acqua.
Il Governo, con alcune leggi,

Leggi tutto...
 
ASSEMBLEA DELLE RSU GIOVEDI’ 9 GIUGNO ALLE ORE 17 ALLA CAMERA DEL LAVORO, SALONE PIA LAI - Organico di diritto. Il diritto di garantire l’offerta formativa PDF Stampa E-mail
Per il terzo anno consecutivo l'organico delle scuole ha subito un drammatico ridimensionamento. Gli interventi nella scuola secondaria di primo grado e nella scuola primaria minacciano gli obiettivi formativi degli istituti, l’organizzazione del lavoro e la possibilitĂ  di rispondere alle diverse esigenze espresse dalle famiglie; nella scuola secondaria superiore si prevede una riduzione di posti con  pesanti ricadute.
I lavoratori delle scuole vivono con profondo disagio il peggioramento delle condizioni di lavoro e l'impoverimento dell'offerta formativa.
Il ripristino dell’organico risponde alla necessità di fronteggiare problemi che quotidianamente si verificano nella scuola.
Un taglio di risorse  di questa misura produce un aggravamento irreversibile nella scuola:
  • diminuisce il numero delle classi e aumenta il numero degli allievi per ogni classe;
  • la soppressione delle classi aggrava i problemi di dispersione scolastica, giĂ  consistenti in alcune realtĂ  del territorio caratterizzate da problemi di natura socio-culturale;
  • l’eliminazione dei posti dei docenti e del personale ATA ha ricadute sulla formazione delle classi; questo è all’origine di problemi di spostamento degli alunni tra i diversi plessi e causa alle famiglie problemi logistici difficilmente gestibili;
  • sono respinte le richieste d’iscrizione dei fuori zona, anche di quelli che hanno fratelli o sorelle giĂ  frequentanti;
  • gli allievi sono stipati in classi al limite della capienza.
La scuola per poter funzionare ha bisogno di organici funzionali in rapporto al piano dell'offerta formativa e della garanzia di personale stabile su base pluriennale.

La FLCCGIL ritiene irrinunciabile il ripristino dell’organico di diritto precedente:
  • per garantire un’offerta formativa adeguata e la qualitĂ  dell’istruzione pubblica
  • per garantire il rispetto dei limiti di sicurezza
  • per sostenere gli alunni disabili e con difficoltĂ 
  • per sostenere le esigenze delle famiglie
  • per tutelare l’occupazione 

La FLC CGIL sollecita nuovamente l’UST di Torino affinchĂ© vi sia al piĂą presto una risposta alle esigenze della scuola torinese: il nostro impegno sarĂ  quello di salvaguardare la dignitĂ  della scuola e di definire  con ogni  scuola  efficaci modalitĂ  di mobilitazione e denuncia.
Contro i tagli di personale e di risorse la Flc Cgil sostiene le ragioni della scuola pubblica

Allegato:volantino
 
Seminario nazionale "Le 10 idee della FLC per una scuola di primaria importanza" PDF Stampa E-mail

Si è aperto a Roma presso la Casa Internazionale delle Donne il seminario nazionale "Le 10 IDEE della FLC per una SCUOLA di PRIMARIA importanza" organizzato dalla FLC CGIL insieme all'associazione professionale Proteo Fare Sapere. I nostri click

Le 10 idee che costituiranno il perno della discussione, riguardano questioni organizzative, didattiche, professionali, pedagogiche:

Leggi tutto...
 
2 giugno: CGIL, a Milano per rafforzare legame fra Repubblica e Costituzione PDF Stampa E-mail


Sono disponibili posti in pullman con partenza da Via Pedrotti alle ore 10 di giovedì 2 giugno.

Tutti quelli che sono interessati a partecipare possono mandare una mail (entro e non oltre lunedi 30 maggio 2011) a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. indicando:

- Cognome
- Nome
- Numero di cellulare.


La CGIL anche quest'anno promuove con il comitato 'Insieme per la Costituzione' la manifestazione nazionale del 2 giugno a Milano. Una giornata di mobilitazione che, come si legge nell'appello dei promotori, intende “rafforzare il legame indissolubile fra la Repubblica e la Costituzione, riconoscendo le loro comuni radici nella Resistenza, quale moto popolare di donne e di uomini che ha liberato il Paese dall’occupazione tedesca, dalla dittatura fascista e riunificato l’Italia”.

Per la Confederazione difendere la Costituzione, significa difendere “la base della nostra libertà e del nostro vivere civile a cominciare dall'articolo 1” che recita: “l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”. La Carta Costituzionale, prosegue preoccupata la CGIL, continua a “subire inqualificabili attacchi da parte del Governo e della sua maggioranza, nel tentativo di delegittimare le regole fondamentali della nostra Comunità nazionale” per questo motivo la CGIL ha ribadito con decisione il sostegno alla manifestazione.

Il concentramento è previsto alla ore 14 ai Bastioni di Porta Vittoria, il corteo si concluderà a Piazza Castello, dove a partire dalle ore 16 si alterneranno dal palco gli interventi, tra i quali quello di Carlo Smuraglia presidente Nazionale dell'ANPI e Susanna Camusso Segretario Generale della CGIL.



 
<< Inizio < Prec. 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 Succ. > Fine >>

Pagina 200 di 231
SEO by Artio
Banner
Banner

Sondaggi

Joomla! è utilizzato per?
 

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login