ULTIME DALLA FLC NAZIONALE



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Benvenuto nel sito della FLC CGIL di Torino
Valutazione di sistema e valorizzazione professionale: la posizione della FLC PDF Stampa E-mail

In previsione dell’incontro del 18 novembre con il Ministro Gelmini, pubblichiamo i documenti che riassumono la posizione della FLC.


Il Ministro Gelmini ha convocato le organizzazioni sindacali il 18 novembre su due punti: la questione scatti di anzianità e la valorizzazione professionale e merito degli insegnanti.

Il Ministro, in quella sede, intende presentare una ipotesi di sperimentazione finalizzata alla valutazione degli insegnanti e all’attribuzione di relativi incrementi economici.

La FLC, ormai un anno fa, ha presentato una ipotesi di piattaforma contrattuale all’interno della quale veniva tratteggiato una sistema di valorizzazione professionale, fondato su tre possibili piste di lavoro. Oggi siamo lontani da quella fase e non certo per responsabilità delle organizzazioni sindacali. Infatti, come è noto, la manovra di luglio 2010 ha bloccato i rinnovi contrattuali per i prossimi tre anni, impedendo gli adeguamenti retributivi a tutto il personale oltre che la possibilità di avviare un sistema di valorizzazione professionale per il personale docente.

Qualunque sperimentazione, inoltre, deve tenere distinta la valutazione del sistema scolastico dalla valutazione dei lavoratori. La FLC ha più volte affermato la necessità di avviare un sistema di valutazione del sistema scolastico italiano, la cui finalità dovrebbe essere il miglioramento complessivo del successo scolastico e formativo. La precisazione sulla finalità è necessaria in quanto sugli obiettivi non pare ci sia la dovuta chiarezza.

Infatti dalle recenti dichiarazioni del Ministro ci pare di comprendere, che si faccia confusione e che la valutazione di sistema avrebbe il fine ultimo di trasformarsi in un’arma di punizione nei confronti dei lavoratori, collocando la responsabilità della qualità del sistema di istruzione italiano solo ed esclusivamente sulle spalle dei docenti, dei dirigenti scolastici e del personale ATA. I decisori politici, a partire dallo stesso Ministro, divengono quindi irresponsabili rispetto alle scelte che essi stessi mettono in campo.

L’ultimo aspetto riguarda le risorse. In una fase in cui i rinnovi contrattuali sono bloccati e vengono reiterati tagli epocali agli organici, quali e quante risorse vengono messe in campo per effettuare l’operazione merito? Questa è una delle domande che porremo domani al Ministro, in occasione dell’incontro di domani.

Pubblichiamo i documenti che riassumono la posizione della FLC e che proporremo all’incontro con il Ministro.

Allegati:
 


 
SCIOPERO DELLA CONOSCENZA A TORINO IL 17 NOVEMBRE 2010 PDF Stampa E-mail

 


Leggi tutto...
 
MIUR fornisce chiarimenti sulle procedure da adottare per la sostituzione dei docenti assenti PDF Stampa E-mail
Il Miur con la nota 9839 del 8 novembre 2010 ha fornito una serie di chiarimenti sulle procedure da adottare per la sostituzione dei docenti assenti.
La nota ribadisce alcuni principi da noi già evidenziati:
1) necessità di garantire l'esercizio del diritto allo studio e della piena funzionalità delle attività didattiche;
2) l'esigua dotazione di fondi per le ore eccedenti (straordinari) per la sostituzione dei colleghi e quindi la raccomandazione di ricorrervi solo in casi di emergenza;
3) la possibilità di nominare supplenti anche per periodi inferiori a 5 giorni nella scuola primaria;
4) la possibilità di nominare supplenti anche per periodi inferiori a 15 giorni nella scuola secondaria;
5) l'opportunità di non ricorrere alla sostituzione dei docenti assenti con insegnanti in servizio su posti di sostegno, salvo casi eccezionali non altrimenti risolvibili;
6) l'impossibilità di pagare con i soldi del Fondo di Istituto le spese per le supplenze.

Allegato:

 Nota Miur 9839 del 8 novembre 2010

FLC CGIL TORINO
 
Ora di approfondimento nella Secondaria di I grado: ma il MIUR sa che l’anno scolastico è iniziato da 2 mesi? PDF Stampa E-mail

Con un tempismo degno di miglior causa, il MIUR, con la nota 9583 del 27 ottobre 2010, in risposta a quesiti che da molto tempo giungono anche alla FLC, chiarisce che le norme in vigore (DPR 89/09 e DM 37/09) non prevedono la formazione di cattedre costituite con sole ore di approfondimento. A tal proposito la FLC, fin dall’emanazione delle norme citate, aveva dato l’indicazione  che le scelte delle scuole fossero effettuate su solide basi pedagogiche ed organizzative ed orientate a dare pari dignità a tutti gli insegnamenti previsti dall'ordinamento e a tutelare la dignità professione di tutti i docenti di materie letterarie. Molto probabilmente il ritardo con cui è stato emanato il chiarimento (oltre un mese dall’avvio delle attività didattiche!) renderà prive di concreta efficacia le indicazioni previste.

A proposito:  arriverà in estate la risposta al quesito posto dalla FLC qualche mese fa alla Direzione Generale degli ordinamenti sulla partecipazione agli esami di stato al termine del I ciclo, dei docenti che nelle classi terminali insegnano esclusivamente l’approfondimento nelle materie letterarie?

Allegato:
 

 
<< Inizio < Prec. 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 Successivo > Fine >>

Pagina 197 di 215
SEO by Artio
Banner
Banner

Sondaggi

Joomla! è utilizzato per?
 

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login