Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Docenti
ASSEMBLEA SINDACALE PER DOCENTI INIDONEI PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   

 

ASSEMBLEA SINDACALE PER DOCENTI INIDONEI

LUNEDÌ 12 SETTEMBRE ORE 16.00

CGIL CAMERA DEL LAVORO PROVINCIALE DI TORINO
SALONE PIA LAI – VIA PEDROTTI 5 - TORINO


 
ASSEMBLEA DELLE RSU GIOVEDI’ 9 GIUGNO ALLE ORE 17 ALLA CAMERA DEL LAVORO, SALONE PIA LAI - Organico di diritto. Il diritto di garantire l’offerta formativa PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   
Per il terzo anno consecutivo l'organico delle scuole ha subito un drammatico ridimensionamento. Gli interventi nella scuola secondaria di primo grado e nella scuola primaria minacciano gli obiettivi formativi degli istituti, l’organizzazione del lavoro e la possibilità di rispondere alle diverse esigenze espresse dalle famiglie; nella scuola secondaria superiore si prevede una riduzione di posti con  pesanti ricadute.
I lavoratori delle scuole vivono con profondo disagio il peggioramento delle condizioni di lavoro e l'impoverimento dell'offerta formativa.
Il ripristino dell’organico risponde alla necessità di fronteggiare problemi che quotidianamente si verificano nella scuola.
Un taglio di risorse  di questa misura produce un aggravamento irreversibile nella scuola:
  • diminuisce il numero delle classi e aumenta il numero degli allievi per ogni classe;
  • la soppressione delle classi aggrava i problemi di dispersione scolastica, già consistenti in alcune realtà del territorio caratterizzate da problemi di natura socio-culturale;
  • l’eliminazione dei posti dei docenti e del personale ATA ha ricadute sulla formazione delle classi; questo è all’origine di problemi di spostamento degli alunni tra i diversi plessi e causa alle famiglie problemi logistici difficilmente gestibili;
  • sono respinte le richieste d’iscrizione dei fuori zona, anche di quelli che hanno fratelli o sorelle già frequentanti;
  • gli allievi sono stipati in classi al limite della capienza.
La scuola per poter funzionare ha bisogno di organici funzionali in rapporto al piano dell'offerta formativa e della garanzia di personale stabile su base pluriennale.

La FLCCGIL ritiene irrinunciabile il ripristino dell’organico di diritto precedente:
  • per garantire un’offerta formativa adeguata e la qualità dell’istruzione pubblica
  • per garantire il rispetto dei limiti di sicurezza
  • per sostenere gli alunni disabili e con difficoltà
  • per sostenere le esigenze delle famiglie
  • per tutelare l’occupazione 

La FLC CGIL sollecita nuovamente l’UST di Torino affinché vi sia al più presto una risposta alle esigenze della scuola torinese: il nostro impegno sarà quello di salvaguardare la dignità della scuola e di definire  con ogni  scuola  efficaci modalità di mobilitazione e denuncia.
Contro i tagli di personale e di risorse la Flc Cgil sostiene le ragioni della scuola pubblica

Allegato:volantino
 
Valutazione di sistema e valorizzazione professionale: la posizione della FLC PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   

In previsione dell’incontro del 18 novembre con il Ministro Gelmini, pubblichiamo i documenti che riassumono la posizione della FLC.


Il Ministro Gelmini ha convocato le organizzazioni sindacali il 18 novembre su due punti: la questione scatti di anzianità e la valorizzazione professionale e merito degli insegnanti.

Il Ministro, in quella sede, intende presentare una ipotesi di sperimentazione finalizzata alla valutazione degli insegnanti e all’attribuzione di relativi incrementi economici.

La FLC, ormai un anno fa, ha presentato una ipotesi di piattaforma contrattuale all’interno della quale veniva tratteggiato una sistema di valorizzazione professionale, fondato su tre possibili piste di lavoro. Oggi siamo lontani da quella fase e non certo per responsabilità delle organizzazioni sindacali. Infatti, come è noto, la manovra di luglio 2010 ha bloccato i rinnovi contrattuali per i prossimi tre anni, impedendo gli adeguamenti retributivi a tutto il personale oltre che la possibilità di avviare un sistema di valorizzazione professionale per il personale docente.

Qualunque sperimentazione, inoltre, deve tenere distinta la valutazione del sistema scolastico dalla valutazione dei lavoratori. La FLC ha più volte affermato la necessità di avviare un sistema di valutazione del sistema scolastico italiano, la cui finalità dovrebbe essere il miglioramento complessivo del successo scolastico e formativo. La precisazione sulla finalità è necessaria in quanto sugli obiettivi non pare ci sia la dovuta chiarezza.

Infatti dalle recenti dichiarazioni del Ministro ci pare di comprendere, che si faccia confusione e che la valutazione di sistema avrebbe il fine ultimo di trasformarsi in un’arma di punizione nei confronti dei lavoratori, collocando la responsabilità della qualità del sistema di istruzione italiano solo ed esclusivamente sulle spalle dei docenti, dei dirigenti scolastici e del personale ATA. I decisori politici, a partire dallo stesso Ministro, divengono quindi irresponsabili rispetto alle scelte che essi stessi mettono in campo.

L’ultimo aspetto riguarda le risorse. In una fase in cui i rinnovi contrattuali sono bloccati e vengono reiterati tagli epocali agli organici, quali e quante risorse vengono messe in campo per effettuare l’operazione merito? Questa è una delle domande che porremo domani al Ministro, in occasione dell’incontro di domani.

Pubblichiamo i documenti che riassumono la posizione della FLC e che proporremo all’incontro con il Ministro.

Allegati:
 


 
SCATTI D'ANZIANITÀ: UNA INUTILE E GRATUITA POLEMICA PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   

 

A TUTTI I LAVORATORI DELLA SCUOLA



Ci eravamo sempre astenuti dal rispondere agli inutili attacchi polemici della CISL Scuola che, particolarmente negli ultimi mesi, pare abbia preso a riferimento per esercitare la propria attività sindacale, non tanto gli atti messi in campo dal Governo e dal Ministro dell'Istruzione, quanto piuttosto le iniziative della FLC CGIL.

L'ultima polemica in ordine di tempo riguarda la vicenda degli scatti di anzianità e la lettera che il Segretario generale della FLC ha inviato al Ministero per avere chiarezza sui modi e sui tempi della definizione del decreto interministeriale relativo al pagamento degli scatti e all'utilizzo del 30% dei risparmi.

Questa richiesta, legittima e trasparente, ha scatenato una reazione nervosa e incomprensibile, determinando rozzi attacchi personali al Segretario generale e ricostruzioni false delle dichiarazioni della FLC.

La FLC ha avuto in questi mesi una posizione chiara sulla manovra, chiedendo

Leggi tutto...
 
Non si possono cancellare le compresenze programmate per fare le supplenze: una sentenza del tribunale di Firenze PDF Stampa E-mail
Scritto da FLC CGIL TORINO   

Il Tribunale di Firenze, sezione lavoro, con una sentenza del 14 luglio 2010 ha sancito il comportamento antisindacale di un Dirigente scolastico che non ha rispettato le delibere del collegio docenti e la contrattazione d'istituto sulla programmazione delle ore di compresenza nella scuola primaria.

E' una sentenza assai importante che aiuta tutti coloro che sono impegnati nella difesa delle compresenze. Per questo l'abbiamo segnalata anche nel fascicolo di avvio anno scolastico "I diritti non si cancellano".

Vista la sua rilevanza, ricostruiamo ora più nel dettaglio la vicenda.

Il collegio aveva deliberato

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Successivo > Fine >>

Pagina 2 di 3
SEO by Artio
Banner
Banner

Iniziative

Banner

Calendario

Non ci sono eventi al momento.

Login